MUSEO FULCIS

MUSEALE

Committente:
Fondazione Cariverona

Luogo:
Belluno

Architetto:
Antonella Milani, Luigi Calcagni

Foto:
Marco Zanta

“Un’esperienza che è andata arricchendosi di mille sfumature che hanno contribuito alla crescita professionale di tutti i progettisti e degli addetti ai lavori per sfociare nel risultato atteso: il nuovo museo nel palazzo ritrovato”.
Arch. Antonella Milani

L’attività di restauro e risanamento conservativo di un complesso storico monumentale come il Palazzo Fulcis si è basata su una metodologia attenta al processo conoscitivo dello stato dei luoghi. L’analisi dell’intervento ha richiesto una riflessione su un tema centrale per la disciplina: la questione della relazione fra la fase della conoscenza del manufatto e quella dell’azione diretta sulla preesistenza. Palazzo Fulcis è un manufatto caratterizzato da una complessa stratificazione legata alle diverse fasi di trasformazione dal 1500 al 1990.

Uno spazio vivo, orgoglio e vanto per la città, un’esperienza totalizzante e prestigiosa

Il restauro ha permesso di scoprire i pavimenti veneziani originali che dialogano straordinariamente con i soffitti.

Le esigenze illuminotecniche e speciali affrontate per gli spazi espositivi sono state particolarmente complesse e diversificate, sia per gli aspetti di illuminazione delle opere sia per gli aspetti legati alla sicurezza degli utenti attraverso le luci e indicazioni di emergenza.

L’elemento guida è stata la necessità di uniformare e raggruppare le diverse tipologie di corpi illuminanti per valorizzare il restauro del complesso monumentale, inserendoli armoniosamente nei locali.


    *Campo obbligatorio

    Accetto le normative sulla privacy